Skip to content →

Category: Uncategorized

Still life e altro… Commento ad una foto di Rossella

Una fotografia scattatami mentre parlavo durante lo scorso workshop di still life mi offre il pretesto per un’analisi interessante.

Come spesso dico nelle mie lezioni l’occhio cerca la luce ed i dettagli. E, in questa foto, trova di che soddisfarsi nella densità di elementi ricorrenti che la affollano, ritmando il percorso dello sguardo. I CD, i libri e i divisori degli scaffali, creano una trama sulla quale l’occhio si appoggia, invitato a percorrere l’intera scena. Questa fotografia mi consente anche di tornare su uno degli argomenti che affronto spesso: le rime eidetiche; quelle ripetizioni di strutture che costituiscono un richiamo ed un rafforzamento del messaggio, evidenziate nell’immagine uccessiva in giallo, rosso, blu  e verde. Strutture piacevolmente curve, triangolari, verticali e rettangolari o quadrate che si ripetono nella foto, funzionando, per l’occhio come le rime scritte o verbali per l’orecchio e il cervello…

 

C’è poi uno sguardo attento alla regola dei terzi e all’uso delle diagonali (foto sotto); la diagonale ascendente si sovrappone alla diagonale dello schermo mentre le mediane orizzontali e verticali spartiscono il set in maniera molto elegante. La diagonale discendente accompagna lo sguardo del soggetto verso l’elemento misterioso (la testa del flash) che entra in campo dall’alto.

Questo per quanto concerne il piano plastico o visuale, il piano mentale si nutre della ricchezza di oggetti e di contenuti apparentemente privi di legame a cui dare una spiegazione e un senso.

Un ritratto per il quale ringrazio Rossella Arcadu, l’autrice, che mi ha lusingato e affascinato per l’efficacia e la densità del messaggio. Come dovrebbe fare il fotografo, ha imposto al caos del set un ordine ed un significato.

Bruno Manunza.

Leave a Comment

Cozy Xmas

Norman Rockwell, l’autore di questa illustrazione, è stato tra i più grandi illustratori statunitensi, per me in assoluto il più grande. Ha mostrato con ironia e ingenuità la società nella quale viveva, disegnando per decenni le copertine del Saturday Evening Post e di altri periodici statunitensi. La sua visione appare fotografica e infatti, per i suoi lavori, realizzava una serie di foto, utilizzando i set più appropriati e coinvolgendo amici e parenti come attori. Uno sguardo difficilmente imitabile. Skira ha edito un interessante catalogo della sua opera che dovrebbe far parte delle vostre biblioteche personali. Si impara dai libri, non dai social.
Buon Natale
Leave a Comment

Memorie

Ricordi…
Molti anni fa, quando iniziai la mia collaborazione con AQVA, rivista ormai scomparsa come, purtroppo, altre del settore, ricordo che l’editor delle immagini era Barbara Galli, dalla quale ricevetti alcuni consigli che ancora oggi guidano la mia attività fotografica. Una mattina, nella redazione, discutevamo di un servizio sui nudibranchi.
-I nudibranchi- lei disse- sono già belli per i fatti loro, vediamo di fare anche una bella fotografia ora…-
Tendiamo a trasferire il fascino del soggetto alla fotografia anche quando questa è banale… Letizia Battaglia, una grande fotografa di attualità, disse una volta:
“C’è gente che vede la foto – che so? – di una bella ragazza e dice: “Che bella foto!”. Capito che fesseria?“
Una grande verità 🙂
[foto da “Conchiglie Viventi ed altri molluschi marini del Mediterraneo”. Ed. Pubblinova 2016]

Nessun testo alternativo automatico disponibile.Nessun testo alternativo automatico disponibile.
Leave a Comment

Nonsolomacro2017, Orchidee spontanee, macrofotografia, paesaggio, tecniche avanzate, e altro ancora…

Iscrizioni aperte per il workshop di macrofotografia (ma non solamente) primaverile. Si tratta di un workshop che si svolge nell’arco di più week end ed ha come filo conduttore la fioritura di alcune delle specie meno comuni di orchidee spontanee sarde, con possibilità di partecipazione modulare alle sole date di vostro interesse. Avremo naturalmente l’occasione di lavorare su altri soggetti di piccole dimensioni e di mettere in pratica alcune tecniche avanzate di ripresa e postproduzione. La parte teorica si svolge principalmente in campo. La parte di postproduzione sarà trattata fondamentalmente attraverso la rete.

I week end interessati sono 5 e toccano la Sardegna centromeridionale. Naturalmente la partecipazione può essere modulare e si può aderire ed acquistare solo il pacchetto che interessa.

Era previsto l’inizio nel prossimo week end (29-30 aprile) ma un imprevisto impegno mi costringe a spostarlo.

we 1 6-7 maggio 2017 Ales Laconi: Epipactis , Ophrys apifera, Listera…

we 2 13-14 maggio Iglesiente. Domusnovas-Piscinas Ophrys endemiche

we 3 27-28 maggio S.Leonardo – Laconi Platanthera kuenkeli…

we 4 10-11 Giugno Ogliastra-Osini Dactylorhiza elata…

we 5 (eventuale recupero) 22-23 giugno Laconi Platanthera clorantha, Epipactis palustris

Per informazioni, prenotazioni e iscrizioni: info@antasfoto.net

Sfoglia Sennoricas

… per qualche altra immagine…

http://www.antasfoto.net/Subjects/Orchids/Thumbs.htm

http://www.antasfoto.net/Subjects/orchid2/Thumbs.htm

 

Leave a Comment

Nonsolomacro2017. Al via il workshop primaverile

Iscrizioni aperte per il workshop di macrofotografia (ma non solamente) primaverile. Quattro week end a partire dal 30 aprile con possibilità di partecipazione modulare alle sole date di vostro interesse.

Calendario orientativo:  30 aprile, 13-14 e 27-28 maggio, 3-4 giugno. Luoghi: Goceano, Sarcidano, Montiferru, Ogliastra

Per informazioni, prenotazioni e iscrizioni: info@antasfoto.net

… per qualche altra immagine…

http://www.antasfoto.net/Subjects/Orchids/Thumbs.htm

http://www.antasfoto.net/Subjects/orchid2/Thumbs.htm

Sfoglia Sennoricas

Leave a Comment

Visioni di Bonaria

Il colle di Bonaria, sopra Osilo, è uno dei posti più attraenti dei dintorni, per il panorama che offre. Lo frequento ormai da oltre 25 anni. Nei miei corsi, a vari livelli, prevedo spesso una tappa fotografica alla sua sommità, dove si trova l’omonimo santuario. Risulta piuttosto fresco anche in estate alla sera rendendo più movimentate le sessioni notturne

Inevitabilmente, in queste situazioni i corsisti diventano i miei modelli più o meno consapevoli. Sono bravi a farlo e io mi diverto, ed ecco qualche momento dedicato a loro.

 

Leave a Comment

Welcome

Benvenuti. Questa è la pagina di accoglienza del mio blog. Conterrà alcune mie riflessioni, e chissà cos’altro ancora. Nel tempo. Il nome del blog è Squolafotografica, con una consapevole q piantata lungo la strada, a ricordare che talvolta, se consapevoli e motivati, dalle regole si può sfuggire.  Magari non a capocchia però…

Sono cresciuto nella bottega fotografica di mio nonno e mio padre, nel centro di Sassari, mentre le donne della famiglia mi portavano sott’acqua d’estate e a cercare funghi e orchidee dall’autunno alla primavera. Le due passioni per la fotografia e l natura, si sono fuse in maniera forte. E hanno contribuito a formarmi sotto molti punti di vista.

Ho avuto la fortuna e il piacere di portare 15 foto in finale al Wildlife Photographer Contest (Si, quello) negli anni passati, di essere 2 volte premiato nel Nikon International Photo Contest, e in una serie di altre concorsi internazionali e, anche in qualcuno nazionale… Ho avuto il piacere di vedere le mio foto pubblicate (e PAGATE, questo fa la differenza ) su Le Monde, National Geographic, e tanti altri quotidiani e rotocalchi italiani e mondiali.
Ed ho progettato scritto e pubblicato 11 libri fotografici. Ancora ho al mio attivo numerose partecipazioni ad altri volumi qua e la nel mondo.

La fotografia naturalista è spesso stata considerata un po’ la cenerentola nel mondo degli altri fotografi ma, assieme ad altri credo di aver contribuito a farne salire la considerazione ed il rispetto portandola fuori dalla gabbia delle foto buone solo per le enciclopedie e gli album di figurine (niente di male in se). La fotografia, è solo fotografia, alla fine.
E ne ho visto parecchi andare in giro per il mondo a scoprire l’acqua calda, e a sbandierarlo.
“Ne abbiam visto geni e maghi uscire a frotte, per scomparire, con le ossa rotte” Francesco Guccini ha spesso le frasi giuste.

Il resto, tutto il resto, lo trovate su:
www.antasfoto.net
Bruno.

Grazie come sempre a chi condividerà. Questo fa viaggiare le storie. E le immagini sono storie.

Leave a Comment